"Perché c’era qualcosa, tra quei due, qualcosa che in verità doveva essere un segreto, o qualcosa di simile.
Così era difficile capire ciò che si dicevano e come vivevano, e com’erano.
Ci si sarebbe potuti sfarinare il cervello a cercar di dare un senso a certi loro gesti. E ci si poteva chiedere perché per anni e anni. L’unica cosa che spesso risultava evidente, anzi quasi sempre, e forse sempre, l’unica cosa era che in quel che facevano e in quello che erano c’era qualcosa - per così dire - di bello."
- Alessandro Baricco (via genesisofsupernova)
"No io non ti amavo. Il mio era qualcosa di più forte, più profondo. Qualcosa che ti entra fin dentro le ossa, che consuma ogni parte di te, che ti prosciuga ogni forza. Il mio non è mai stato amore, l’amore lo lascio ai deboli, a quelli che con un ‘ti amo’ pensano di dimostrare tutto. Io non te l’ho mai detto che ti amavo, io non ti amavo, io non ti amo. Non potrò mai amarti, non come fanno gli altri, ma lo farò più forte. Non ti amerò solo con il cuore, ma anche con la mente, con il corpo, con ogni parte di me. Se amare una persona vuol dire questo, allora sì, sono fottutamente, profondamente, innamorata di te. Ma se non lo è, allora dovremmo comparire sui libri di letteratura come quelli che hanno scoperto un sentimento più grande dell’amore. Non so come chiamare tutto questo, dovremmo pur inventarci un nome sai. Il mio amore non arriva fino in capo al mondo, il mio di amore attraversa lo spazio, le galassie e qualsiasi cosa ci sia oltre queste. Il mio amore è più forte di tutto, di tutti. È più forte della distanza, del tempo, di noi. Il mio amore, il nostro amore, il nostro. Mio e tuo. Dovremmo pur trovare un nome a tutto questo, lo dovremmo proprio fare. Tutte le cose belle meritano un nome, e questa è la seconda cosa più bella che io abbia mai visto, sentito. Dopo di te, certo, dopo di te."
- ricordipersinelvuoto (via ricordipersinelvuoto)
"Ma tipo che l’ultima speranza per capire che cazzo ho è mandare un messaggio al 40888 con scritto “amore”."
"

E tu non l’hai mica mai saputo che dopo tutto questo tempo ancora mi giravo se sentivo urlare il tuo nome.
Non l’hai mica mai saputo che ti cercavo, le gambe tremavano;
ogni mio passo sentivo crollare i pavimenti.
Come se quel nome appartenesse soltanto a te,
come se io cercassi soltanto te.

Il problema sai qual è?
Che me ne sto accorgendo adesso, o peggio, forse l’ho sempre saputo e fingevo che fosse “passato”.
Passato tu,
Passato i sentimenti,
Passato io,
Passati noi.

La fregatura di quando ami forte,
quando ami veramente;
Quando tutto sembra ormai finito,
ti ritrovi di nuovo davanti quella marea di emozioni che quasi ti soffoca.

Come il mare;
un attimo prima tutto è calmo
l’attimo dopo viene fuori la marea
infrangendosi contro le rocce.
Che la tempesta abbia inizio.

"
-

Maria Auriemma | uninvernomuto (via annegodentrome)

Niente di più bello.

(via corriforteangelomio)

Stupendo.

(via abbraccifinoallecostole)

Come il mare

(via brezzatraleprimule)

(via hope-or-dope)

"Chi sono? Cosa voglio dalla mia vita? I miei amici, la mia routine, cosa mi impongo e cosa mi vieto, è veramente ciò che voglio o ciò che ho o hanno deciso che io sia?"
"Trova la mia parte mancante,uniscila al restante."
"Ti aspetto. Non come si aspettano i treni, piuttosto ti aspetto come si aspetta l’alba a Ferragosto, come si aspetta l’estate dopo un inverno freddo, come si aspetta la pizza del fattorino. Ti aspetto, con la consapevolezza che non mi stancherò mai, con la consapevolezza che un giorno forse avrò aspettato abbastanza per essere felice."